Progetti


Politica industriale e Made in Italy


POLITICA INDUSTRIALE: RIPORTARE LA MANIFATTURA AL CENTRO 

A lungo si è pensato che nelle economie avanzate il destino della manifattura fosse segnato e che ci si dovesse concentrare esclusivamente nei servizi ad alto valore aggiunto. 
Oggi siamo invece consapevoli che uno sviluppo durevole è possibile solo attraverso sistemi produttivi che tengano insieme tutte le diverse fasi della catena del valore.
Da qui l’importanza del reshoring, delle condizioni del fare impresa in Italia - certezza della giustizia, infrastrutturazione materiale e immateriale, semplificazione P.A. - e di una politica industriale decennale, che valorizzi le potenzialità e i driver di sviluppo del sistema produttivo.




RIPARTIRE IN ITALIA, VINCERE ALL’ESTERO, INNOVARE IL MADE IN ITALY


Per crescere c’è una sola strada: politica industriale.
Che sappia guardare alle dinamiche decennali dei mercati internazionali, capire su quali possiamo e dobbiamo competere, adeguare le nostre infrastrutture materiali e immateriali per farlo.
Che sappia coniugare ricerca e innovazione con la formazione più avanzata del capitale umano.
Che possa valorizzare il talento imprenditoriale italiano.
Non privilegiare un settore ma favorire filiere, investimenti e crescita, favorire l’internazionalizzazione e il reshoring delle nostre aziende.

I PROGETTI
  • Mappiamo l’Italia

    Il Made in Italy a portata di click Mappiamo l’Italia è un nuovo portale del Made in Italy dove i Giovani Imprenditori possono iscrivere le loro imprese, che vengono geolocalizzate e divise per filiera. Il database, che raggruppa i settori industriali simbolo dell’eccellenza Italiana nel mondo (agroalimentare, moda, arte-cultura-turismo, arredamento e automazione Industriale) ha come obiettivo l’aumento della conoscenza e interazione fra imprese, la promozione nazionale ed internazionale, l’incremento della...
    Scopri di più